Il consiglio dell'istituzione del 23 aprile 2013, valutando le proposte della consulta degli studenti, della consulta dei genitori e tenuto conto delle indicazioni espresse dal personale docente e ATA, ha deliberato all'unanimità la proposta di intitolare il Liceo linguistico Trento a Sophie Scholl, attivista del gruppo antinazista della "Rosa Bianca" ed emblema della ribellione non violenta alla dittatura. La pratica è stata trasmessa al Dipartimento della conoscenza per i successivi adempimenti amministrativi e in data 9 settembre 2013 è stato emanato il decreto del Servizio Istruzione. Vedi documento.

 

Ricordiamo che la commissione “Partecipazione studentesca” ha elaborato un’ipotesi di criteri per la scelta della figura cui intitolare il Liceo. Questi i criteri individuati

 

INCONTRO: che questa figura abbia favorito l’incontro tra culture e popoli, creando ponti, linguaggi comuni, promuovendo l’ascolto, stimolando ad interrogarsi, a conoscersi; che abbia contribuito a far capire che la differenza può essere una ricchezza; che abbia lavorato nell’ambito linguistico

 

GENERE: che la figura sia preferibilmente quella di una donna;

 

EUFONIA: che il/la candidato/a abbia un nome facilmente pronunciabile e orecchiabile

 

TERRITORIALITA’(TN/TED).: che il/la candidato/a abbia preferibilmente un collegamento con il territorio trentino o un’apertura al mondo mitteleuropeo.

 

Sulla base di questi criteri, gli studenti e la commissione hanno espresso una rosa di nomi.

 

Il lavoro della commissione ha costuito la base di partenza per i successivi confronti, potendo offrire una lista di criteri ragionati e la definizione di un loro possibile peso nella scelta del nominativo, nonché una lista di nominativi già "scremata".

 

Il percorso di intitolazione ha coinvolto le componenti scolastiche in un confronto da cui doveva scaturire un nome nel quale potessero riconoscersi, almeno parzialmente, ma il più possibile, tutti.