... evento programmato ogni anno in contemporanea europea, avrà luogo venerdì 28 settembre presso la sede del MUSE e nel quartiere "Le Albere" di Trento, a partire dalle ore 17.00.
         Organizzata dalla Fondazione Bruno Kessler, la Fondazione Edmund Mach, l’Università di Trento, e il MUSE - Museo delle Scienze, in collaborazione con la Provincia autonoma di Trento e con il patrocinio del Comune di Trento, la Notte dei Ricercatori è un’occasione sia per far conoscere al grande pubblico le attività e le competenze maturate all’interno del sistema provinciale della ricerca ed alta formazione,  che per favorire, divertendosi, il dialogo tra scienza e società, mettendo gli scienziati a diretto contatto con il grande pubblico e dando loro la possibilità di mostrare il valore aggiunto del loro lavoro quale motore dello sviluppo sociale ed economico del territorio.
          L'evento ha un palinsesto variegato e format diversi: 52 demo scientifiche tutte da esplorare, una caccia alla scienza in sei tappe per i più piccoli, 18 incontri con la ricerca per assaporare la scienza e conoscerne le ricadute tangibili sulla quotidianità, 13 “libri viventi” per ascoltare le storie della ricerca direttamente dalla voce di chi le sta vivendo e 10 cene con la ricerca per chi desidera dialogare con le ricercatrici e i ricercatori davanti a un buon piatto, oltre a tante altre iniziative realizzate in collaborazione con altri enti e aziende del territorio.
         Per orientarsi fra le innumerevoli proposte, i visitatori potranno anche seguire un percorso a scelta seguendo i simboli di diverso colore che corrispondono ai 17 obiettivi di sviluppo sostenibile contenuti nell’Agenda 2030 dell’Onu: sconfiggere la povertà, sconfiggere la fame, salute e benessere, istruzione di qualità, parità di genere, lavoro dignitoso, crescita economica, solo per citarne alcuni.
Ospite d’onore della Notte dei Ricercatori 2018 sarà Grammenos Mastrojeni, che da più di vent’anni concentra l’attenzione sui cambiamenti climatici del Pianeta e le loro ripercussioni sulla stabilità sociale del mondo.
       Coordinatore per l’Ambiente e Capo della Science-policy interface della Cooperazione allo sviluppo, Mastrojeni alle 22.00 terrà sulla terrazza del MUSE Café un intervento sul tema “La matrice di Gaia. Scienza, interdipendenza, e la sfida dello sviluppo sostenibile”.
Durante la serata sarà possibile inviare un sms al numero 327 0470330:
le domande più interessanti e originali verranno sottoposte all’attenzione del relatore durante il suo intervento.
          In chiusura, il gran finale scatenato con il ritmo rock e pop della “B-Ing Band”, il gruppo formato da ricercatori e personale tecnico e amministrativo dell’Università di Trento che eseguirà brani rock anni ‘60 e ’70, fino al pop più recente.
L’iniziativa è realizzata grazie al contributo dei ricercatori Post-Doc del Bando “I comunicatori STAR della scienza” della Provincia autonoma di Trento e rientra nella serie di iniziative avviate dalla Provincia a sostegno della comunicazione e divulgazione scientifica.
Ulteriori informazioni Notte dei Ricercatori 2018 a Trento sono disponibili sul sito: www.nottedeiricercatori.tn.it